nebulosa

Ammasso globulare M 3

Creato il Gio, 18/02/10 da OAVP

L'ammasso globulare M 3 fu scoperto da Messier nel 1764. Questo ammasso è la prima scoperta originale di Charles Messier, che lo registrò il 3 marzo 1764.Si trova nella costellazione Cani da Caccia e rappresenta uno degli ammassi globulari più belli da osservare e più ricchi: contiene qualcosa come mezzo milione di stelle e può essere osservato anche con un semplice binocolo.

La fotografia è realizzata dall'Associazione Astrofili Urania mediante i telescopi dell'Osservatorio Astronomico Val Pellice.

Nebulosa M42 con webcam

Creato il Gio, 21/01/10 da OAA

Per la prima ripresa effettuata con la telecamera astronomica DFK 41AU02 fornita all'Osservatorio di Alpette nell'ambito del progetto, è stata scelta la nebulosa M42, conosciuta anche come Nebulosa di Orione. La webcam, in modalità bianco/nero, è stata montata sul telescopio apocromatico con obiettivo alla fluorite da 130 mm di diametro ed 1000 mm di focale dell'Osservatorio di Alpette.

M42-La nebulosa di Orione

Creato il Mar, 10/11/09 da OAA

Visibile ad occhio nudo sotto un cielo scuro, M42, se osservata con un binocolo, offre uno spettacolo superbo per la sua estensione, mentre al telescopio si rivela come un vasto agglomerato di gas, al centro del quale brilla il trapezio, un sistema di quattro stelle di magnitudine 5,4 - 6,9 - 7,0 - 8,0, che ad occhio nudo si fondono in un unico astro denominato Theta Orionis.
 
Dista da noi circa 1600 anni-luce e le sue dimensioni sono stimate sull'ordine dei 30 anni -luce, con una estensione ventimila volte quella del Sistema Solare.
 

M 42 -Nebulosa di Orione

Creato il Mer, 30/09/09 da OAVP

Nebulosa ad emissione nella costellazione di Orione. Si tratta di una gigantesca nube di gas Idrogeno all'interno della quale stanno nascendo nuove stelle che la illuminano.

Immagine realizzata dall'Associazione Astrofili Urania con macchina fotografica Canon 20DA al fuoco diretto del telescopio C11 dell'Osservatorio Astronomico Val Pellice.

Condividi contenuti